Swype: arriva la tastiera intelligente

 

Può un tastiera intelligente diventare più intelligente? Se a cimentarsi nell’impresa è Nuance, la software house salita sul podio del riconoscimento vocale grazie alla creazione del famoso Dragon Naturally Speaking, di certo sì e la prova è Swype. Adesso, versione Beta dopo versione Beta ed in seguito ad un nuovo aggiornamento della app, Nuance lancia ufficialmente la tastiera smart – già molto popolare su Android nonostante solo alcuni brand, tra tutti Samsung e HTC, la installino di default - nel Google Play Store, ma nessuno meglio del suo Vice Presidente Esecutivo, Mike Thompon, sa mettere il giusto entusiasmo per commentare la nuova versione: “Swype è stata un qualcosa che ha cambiato la tradizionalità della scrittura sui dispositivi mobili quando è stata inizialmente svelata, e da allora ha continuato ad alzare l’asticella di un’innovazione intuitiva ed intelligente della tastiera. Sulla base dell’incredibile successo della nostra Beta e dei nostri acquirenti, abbiamo deciso di estendere il potere di Swype a più utenti Android attraverso il Google Play. Gli utenti Android meritano la miglior tastiera – accontentarsi di un’alternativa non è più necessario.”

swype

Come funziona?

Swype può essere usata come una tastiera tradizionale, ma la feature che la differenzia dalle altre keyboard virtuali è la possibilità di comporre le parole trascinando il dito da una lettera all’altra invece di premere i tasti, in inglese il verbo to swipe significa infatti strisciare. La cosa sorprendente è che il software impara dalle preferenze di interazione espresse nel tempo dall’utente e migliora di volta in volta il completamento intelligente di quanto egli vuole digitare: Swype riesce a  riconoscere la parola con il significato più coerente con il resto del testo grazie ad un’analisi semantica dei termini che precedono e seguono quello su cui vi è ambiguità.

Quante lingue supporta?

Le lingue disponibili sono 60 e Swype supporta anche 20 dialetti: ad ogni utilizzo, la tastiera si personalizza grazie ad un algoritmo che, adattandosi all’idioma dell’utente di cui riconosce e memorizza lo stile, è in grado di creare una libreria con le sue frasi ed espressioni tipiche che può essere messa al sicuro facendo il backup. Lo scorrimento tra una lettera e l’altra non è ovviamente l’unico modo di utilizzo, inclusi nel pacchetto vi sono la digitazione con completamento automatico XT9, la scrittura precisa tradizionale e la dettatura tramite il software Dragon.

Quanto costa?

Swype è a pagamento sul market online di Google, ma spendere 0,76 euro per una tastiera non si può certo considerare una cifra folle, in compenso non è un’offerta che durerà per sempre. Ma nessuna offerta dura per sempre e forse è un bene che sia così.

Ci sono problemi?

Malgrado Swype riesca ad adattarsi automaticamente allo schermo dei tablet, un bug preclude al Google Play Store di riconoscere la compatibilità del device, ma gli sviluppatori sono già chiusi nelle loro stanze per risolvere il problema.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
 
Swype: arriva la tastiera intelligente  

Tag

, ,

Articoli simili

Autore

Con una laurea del Politecnico in tasca, è un ingegnere che corteggia la parabola della comunicazione; ha il temperamento schietto e limpido della sua scrittura, sul web è conosciuta come Samanthifera, all'alter ego non c'è scampo. L'indole curiosa di tutto è la maestra che le ha insegnato a mettere vita dentro le parole.

 
 

Nessun Commento

Puoi essere il primo a lasciare un commento.

 
 

Lascia un commento