Surface: il tablet Microsoft che sfida l’iPad

 

Microsoft ha scelto un lunedì di giugno per presentare Surface, il dispositivo con il quale il colosso informatico approda sul mercato dei tablet e lancia una nuova sfida al nemico di Cupertino.

L’amministratore delegato di Microsoft, Steve Ballmer, ha definito Surface “qualcosa di nuovo che la gente potrebbe adorare”, ma resta da vedere se questo tablet sia effettivamente da considerare il più serio avversario dell’iPad di Apple.

Surface sarà disponibile in due versioni: una più economica dotata di processore Arm, comunemente utilizzato per tablet e smartphone, con sistema operativo Windows RT, e una più avanzata per i processori Intel Ivy Bridge Core i5, quelli tipicamente presenti in computer fissi e portatili di alto livello, dotata di Windows 8 Pro, il primo sistema operativo a essere stato concepito tanto per i classici computer dotati di tastiera e mouse, quanto per i tablet e per gli altri dispositivi interamente basati sul touchscreen.

I colori di Microsoft Surface  Microsoft Surface  Supporto posteriore del tablet Surface  Le due varianti di Surface

Entrambe le varianti sono esteticamente identiche, un involucro leggero in lega di magnesio e uno schermo da 10,6 pollici, poco più grande di quello dell’iPad (9,7”); le differenze riguardano il peso, lo spessore e i tagli di memoria:

  • la versione su chip Arm pesa 600 g, ha uno spessore di 9,3 millimetri e da 32 a 64 GB di memoria;
  • la versione business pesa 900 g, ha uno spessore 13,55 millimetri e da 64 e 128 GB di memoria.

Sappiamo che l’iPad, grazie alla presenza del Retina Display, ha una risoluzione di 2048×1536 pixel, per il tablet di Redmond l’unico dato al momento certo è che arriverà alla risoluzione Full HD, saranno quindi garantiti i 1080 pixel, ma non si sa se costituiranno il limite massimo. Nessuna notizia invece sulla durata della batteria.

Nel case è integrato un supporto posteriore per mantenerlo in posizione eretta, ma una tra le più grandi innovazioni del dispositivo di casa Microsoft è la cover – disponibile in tanti colori – che avrà una doppia funzione: protezione dello schermo quando è chiusa e tastiera Qwerty con track pad quando è aperta.

Oltre al design, altre novità sono:

  • la doppia antenna per migliorare la connettività;
  • l’integrazione con l’ultima tecnologia Digital Ink (a 600 punti per pollice) per disegnare e scrivere;
  • la porta usb 3.0 per Surface Pro e la porta usb 2.0 per Surface.

Costi e disponibilità restano ancora oscuri. In merito al prezzo, Microsoft ha dichiarato che sarà competitivo, riferendosi alla fascia dell’iPad, la quale varia tra i 479 e i 799 euro. Il primo Surface dovrebbe uscire insieme a Windows 8, indicativamente in autunno, mentre Surface 8 qualche settimana dopo.

Aspettiamo i prossimi mesi per vedere se l’idea di Microsoft si rivelerà vincente e il futuro sarà dei tablet ibridi, nel frattempo chiudiamo un occhio se la scelta del nome Surface non è così originale, tanto l’omonimo tavolo touch lo conosciamo – davvero – in pochi.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
 
Surface: il tablet Microsoft che sfida l’iPad  

Tag

, ,

Articoli simili

Autore

Con una laurea del Politecnico in tasca, è un ingegnere che corteggia la parabola della comunicazione; ha il temperamento schietto e limpido della sua scrittura, sul web è conosciuta come Samanthifera, all'alter ego non c'è scampo. L'indole curiosa di tutto è la maestra che le ha insegnato a mettere vita dentro le parole.

 
 

3 Commenti

  1. Nexus6 scrive:

    Originalissimo…
    Complimenti, se continuate così Apple vi cancellerà.

  2. erny scrive:

    I REALLY CAN’T WAIT!

 
 

Lascia un commento