Samsung Galaxy Tab 3 7.0: il tablet che mira al low cost

 

L’iPad mini di Apple, il Nexus 7 di casa Google e, certo, anche il Kindle Fire 2 di Amazon, in cerchio insieme a tutti gli altri device di taglia piccola disponibili sul mercato, da qualche giorno hanno un nuovo temibile avversario, coreano naturalmente.

Terminato il rito dei rumor durato al solito mesi, Samsung ha scelto il 29 aprile per rendere ufficiale il suo Galaxy Tab 3 7.0. Evviva, è uscito l’ennesimo tablet! – starete pensando -, invece questa volta sbagliate perché, anche se in molti hanno pensato si trattasse di un rebranding dell’hardware degli altri modelli, il Samsung Galaxy Tab 3 7.0 è un tablet diverso, vi vengo infatti a raccontare le caratteristiche di quello che è il primo modello di terza generazione.

Il tablet sarà disponibile in due versioni, ma a differenziarle non è il design che per entrambe ricorda quello del Galaxy S4, lo smartphone di punta della casa sud coreana, bensì il fronte connettività. La prima variante dotata solo di Wi-Fi sarà disponibile a partire dai primi di maggio a livello globale, l’altra invece uscirà a giugno e, oltre al Wi-Fi, incorporerà modulo 3G e speaker telefonico: la sua funzionalità peculiare sarà infatti il sensore di prossimità il quale disattiva in automatico il display nel momento in cui avviciniamo il tablet per effettuare o ricevere una chiamata vocale.

samsung galaxy tab

Il Galaxy Tab 3 7.0 sarà equipaggiato con la versione 4.1 di Android – non è la più recente ma neanche l’ultima ruota dei sistemi operativi – e monterà un processore dual core di classe ARM Cortex A9 che lavorerà alla frequenza di 1,2 GHz: anche se Samsung non ha ancora rilasciato informazioni in merito al prezzo del device, il system-on-chip economico di Marvell è più di una conferma delle intenzioni da parte di Samsung di puntare alla fascia bassa di mercato, quella che per intenderci è occupata da prodotti come l’Iconia serie B1 della Acer e c’è chi si aspetta e spera un prezzo anche inferiore agli attuali 169 € del Galaxy Tab 2 7.0 e quindi 150 € o giù di lì.

Completano la dotazione interna, una GPU Vivante GC1000, 1 GB di RAM con uno slot di memoria interna disponibile in due tagli da 8 o 16 GB ulteriormente espandibili tramite l’installazione di micro-SD fino a 64 GB. La risoluzione del display da 7’’di tipo TFT è pari a 600×1024 pixel, la batteria agli ioni di litio è da 4000 mAh; per quanto riguarda invece il comparto fotocamere, ci saranno un sensore frontale da 1,3 Megapixel e un altro posteriore da 3 Megapixel.

Sul fronte estetico, la terza generazione del Galaxy Tab si snellisce passando dai 345 ai 306 grammi, ma anche le dimensioni complessive diminuiscono (188,0 x 111,1 x 9,9 mm) prendendo punti sul piano compattezza: nonostante la società abbia dichiarato di aver messo tutta se stessa per migliorare sia l’esperienza utente che le prestazioni multimediali permettendo condivisioni sui social network più rapide e un facile accesso alle app, resta comunque un tablet e quindi non ci si può attendere la stessa maneggevolezza offerta dagli smartphone: in borsa ci sta, in tasca no.

 

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
 
Samsung Galaxy Tab 3 7.0: il tablet che mira al low cost  

Tag

, ,

Articoli simili

Autore

Con una laurea del Politecnico in tasca, è un ingegnere che corteggia la parabola della comunicazione; ha il temperamento schietto e limpido della sua scrittura, sul web è conosciuta come Samanthifera, all'alter ego non c'è scampo. L'indole curiosa di tutto è la maestra che le ha insegnato a mettere vita dentro le parole.

 
 

Nessun Commento

Puoi essere il primo a lasciare un commento.

 
 

Lascia un commento