Sale l’aspettativa e l’attesa per il nuovo iPhone 5

 

Ho scritto #iPhone5 sulla sabbia di Twitter: ogni venti secondi, la ricerca segnalava dieci nuovi tweet. La rete sta infatti mulinando tantissimi rumors, vediamo quali sono le indiscrezioni a cui dare più credito in merito al nuovo iPhone 5, anche se non è escluso che sia battezzato Nuovo iPhone, sposando l’idea seguita per l’attuale Nuovo iPad.

La Apple è solita rilasciare i propri prodotti mobile mantenendo un ciclo annuale. Nel 2011, l’iPhone 4S negli USA e in altre nazioni europee fu messo in vendita il 14 ottobre, in Italia il 28 dello stesso mese. Si può presumere con ragionevole certezza che l’iPhone 5 uscirà per l’inizio di questo autunno; l’altra data di cui si mormora, ovvero il 7 agosto, difficilmente sarà esaudita dalla realtà: lo scorso anno la Golden Master fu preceduta da 9 beta, considerando che il nuovo iPhone dovrà montare iOS 6 di cui in questi giorni è uscita la beta 3, un lancio a inizio agosto è molto improbabile. Quel che è certo è che per la data scelta tutto dovrà essere pronto: le tre società asiatiche impegnate nella produzione degli schermi del nuovo melafonino – la sud coreana LG Display Co. e le giapponesi Sharp Corporation e Japan Display Inc. – stanno spingendo al massimo sull’efficienza delle capacità produttive per riuscire ad evadere in tempo l’ordine.

Si ipotizza che la casa di Cupertino introdurrà per la prima volta un display Retina da 4 pollici con rapporto 16:9, spezzando così la tradizione che vede sin dal primo Smartphone la presenza di uno schermo da 3,5 pollici; il panel LCD, grazie alla tecnologia in-cell, dovrebbe passare dai 9,3 mm a circa 8, ma a diminuire ulteriormente lo spessore del dispositivo sarà l’adozione delle nano-sim le quali, rispetto alle attuali micro-sim, permettono un risparmio di spazio del 40%.

Rispetto alla generazione attuale, cambierà anche la forma: il blog giapponese Macotakara scrive che la scocca del nuovo iPhone, nella parte centrale, dovrebbe implementare un pannello in alluminio; il tradizionale connettore Dock a 30 pin potrebbe essere spostato nella parte inferiore del dispositivo e  ridimensionato a 19 pin, decisione che stravolgerebbe l’ecosistema dei dispositivi accessori.

Per allinearsi alla media degli altri smartphone topclass, il nuovo iPhone pare che si avvarrà di un processore ARM quad-core basato sull’architettura Exynos 4 prodotta da Samsung, processore che dovrebbe rispondere al nome di Apple A6. Si parla poi di 1 GB di Ram, il doppio del suo predecessore, connettività LTE e non dovrebbe mancare la tecnologia NFC.

Per quanto riguarda il prezzo, non ci stupirebbe se Apple continuasse come sempre ha fatto a mantenerlo pressoché invariato rispetto ai modelli precedenti, sebbene alcune fonti abbiano ventilato che la versione più costosa potrebbe superare il muro psicologico dei 1000 euro.

Da qui a settembre di voci sul melafonino ne sentiremo ancora tante, quella di Steve Jobs nel suo ultimo discorso ce la ricordiamo peraltro molto bene.

Steve Jobs

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
 
Sale l’aspettativa e l’attesa per il nuovo iPhone 5  

Tag

, ,

Articoli simili

Autore

Con una laurea del Politecnico in tasca, è un ingegnere che corteggia la parabola della comunicazione; ha il temperamento schietto e limpido della sua scrittura, sul web è conosciuta come Samanthifera, all'alter ego non c'è scampo. L'indole curiosa di tutto è la maestra che le ha insegnato a mettere vita dentro le parole.

 
 

Nessun Commento

Puoi essere il primo a lasciare un commento.

 
 

Lascia un commento