Home » Accessori »

Nokia Treasure Tag: l’accesorio 2014 per gli smemorati

 

Una delle seccature che attanagliano la nostra esistenza è la perdita di oggetti essenziali alla nostra esistenza. Questi oggetti possono essere chiavi di casa, telecomando del garage, chiavi della macchina, borsa ecc.. E’ stressante quando, una mattina vi capita di svegliarvi in ritardo e facendo tutto di corsa, scendendo le scale con la mano dentro la borsa alla ricerca delle chiavi della macchina vi accorgete di non averle. Imprecate e tornate indietro, cercando di mantenere la calma che, dopo qualche minuto di ricerca svanisce e vi avventate sui cuscini del divano smuovendoli e buttandoli a terra, non accorgendovi che magari le chiavi sono lì, sotto ai vostri occhi, sul tavolinetto della cucina.

La soluzione è Nokia Treasure Tag

La soluzione la offre l’azienda di telefonia finlandese che ha sviluppato un oggetto, simile ad un portachiavi, che vi segnalerà dove si trova l’oggetto che non trovate. La mattina, se avrete problemi nel ritrovare qualcosa, non dovrete più smantellare il divano, anzi, non dovrete neanche uscire di casa poiché se vi allontanere dal dispositivo quest’ultimo ve lo segnalerà. Quindi, non dovrete far altro che seguire i segnali emanati dal vostro Nokia o dispositivo al quale è associato il Nokia Treasure Tag e troverete ciò che state cercando. Semplice no?

Nokia-Treasure-Tag-in-post

Come funziona?

Il funzionamento del dispositivo è estremamente semplice, infatti esso monta una connettività NFC. Grazie a questo innovativo tipo di connettività è possibile registrare il proprio Nokia Treasure Tag sul dispositivo da noi posseduto (che può essere Windows, Android o IOS) e poi, quando ci allontaneremo dall’oggetto il Nokia Treasure Tag appeso allo stesso manderà un allarme al nostro smartphone che inizierà a suonare, segnalandoci che ci stiamo allontanando da casa magari senza le chiavi della macchina. Poi, se non dovessimo ritrovarlo ci basterà accedere all’applicazione creata appositamente per supportare il dispositivo e potremo ritrovarlo o tramite l’emissione di suoni, che aumenteranno man mano che ci avvicineremo all’oggetto perduto, oppure tramite mappa su schermo ci verrà indicata la strada giusta da seguire affinché noi riusciamo a recuperare l’oggetto. Il Nokia Treasure Tag sarà utilissimo per ritrovare gli oggetti più piccoli che possono sfuggirci facilmente tra i meandri di una poltrona, di un letto o magari se la sera prima abbiamo bevuto qualche bicchierino in più e abbiamo rimesso le chiavi nella giacca e non ricordiamo di averlo fatto. A tutto questo, la risposta è una sola: Nokia Treasure Tag. E’ stata creata un’applicazione per il dispositivo di casa Nokia, che consentirà di associare e gestire fino a quattro Nokia Treasure Tag per ogni dispositivo posseduto. E se non ritrovassimo il nostro smartphone? Non ci sono problemi, infatti il Nokia Treasure Tag riuscirà a guidare l’utente fino al ritrovamento del proprio smartphone che poi potrà essere tranquillamente utilizzato per ritrovare l’oggetto con il simil portachiave attaccato.

Le misure, la colorazione e la forma dell’accessorio

Come abbiamo già detto, nel secondo paragrafo introduttivo a quest’utile oggetto, il Nokia Treasure Tag altro non è che un piccolo portachiave dalla forma quadrata. La forma ricorda molto un Ipod nano, solo senza lo schermo. Una piccola scatolina quadrata, che misura 30 x 30 x 10 mm e pesa soltanto 13 grammi. Il peso e la grandezza sono una vera innovazione nel campo informatico, considerando la tecnologica connettività del poderoso oggettino. Il Nokia Treasure Tag ha una batteria sostituibile con un’autonomia di circa sei mesi che permetterà di utilizzare senza problemi il piccolo oggettino. Sarà possibile sceglierlo in quattro colorazioni differenti: giallo, bianco, nero e ciano. Insomma, ce n’è per tutti i gusti considerando che le colorazioni sono le stesse che cingono i Nokia Lumia.

Sarà un dispositivo solo per Nokia o supporterà vari smartphone?

A ciò Nokia ha risposto dicendo che, il piccolo oggettino sarà possibile collegarlo sia a dispositivi Windows che Android e IOS. Nessuna parola è stata spesa per Blackberry. Quindi, gli utenti Androi e iOS possono mettersi l’anima in pace e pensare che, se sono smemorati, avranno la possibilità di correggere o quantomeno far fronte ai propri errori rivolgendosi a queste prodezze tecnologiche.

Insomma, come si suol dire, questo è un classico esempio di tecnologia al servizio dell’uomo.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
 
Nokia Treasure Tag: l’accesorio 2014 per gli smemorati  

Tag

Articoli simili

Autore

La redazione di opinionZine è composta da professionisti, giornalisti e blogger specializzati nei settori di competenza.

 
 

Nessun Commento

Puoi essere il primo a lasciare un commento.

 
 

Lascia un commento