Mozilla alla conquista del mondo dei mobile

 

Date a Mozilla dei cervelli creativi e partirà alla conquista del mondo dei mobile. Così è stato: dopo l’anteprima mostrata lo scorso febbraio in occasione del Mobile World Congress di Barcellona utilizzando come piattaforma un Samsung Galaxy S II, nei laboratori della casa del web browser gratuito Firefox è ormai quasi a punto il progetto Boot to Gecko, B2G, un sistema operativo open source sviluppato con tecnologie web con il quale la fondazione mira a rendere l’Open Web una piattaforma per i dispositivi mobile, avendo così anche con smartphone e tablet lo stesso ruolo dirompente avuto quando lanciò a Microsoft la sfida sul fronte del browser web.

Il nome Gecko deriva dal motore di rendering, lo stesso presente in Firefox e in tutti i progetti di Mozilla, il quale consente di accedere a tutti gli standard aperti utilizzati in Internet; l’obiettivo principale del progetto è portare il web al centro dell’esperienza utente e far sì che tutto il sistema ruoti attorno ad esso, come avviene per Chrome OS, il sistema operativo di Google.

La differenze tra Boot to Gecko e i sistemi esistenti non saranno sul piano estetico, per andare incontro all’utenza infatti l’interfaccia ricalcherà quella dei modelli iOS/Android con le icone delle applicazioni disposte a griglia su più schermate, bensì differenze si avranno sul piano della programmazione: il Mozilla Store sarà interamente sviluppato attorno a tecnologie open source, HTML5 e API, consentendo agli sviluppatori di creare un’applicazione che gira su più dispositivi e piattaforme, con anche altri browser oltre a Firefox così da aumentare il numero potenziale di clienti.

Firefox su Android Mozilla per SmartPhonelogo di Boot To Gecko Mozilla OS su Samsung Galaxy S II

Vediamo come è composta l’architettura multi-layered di B2G:

  • Gonk, il layer di livello più basso, include il Kernel Linux, fornirà le funzionalità operative di base e regolerà l’accesso alla parte telefonica e alle applicazioni web-based;
  • nello stadio intermedio si trova il programma Gecko il quale si occuperà di effettuare il rendering corretto dei contenuti, semplificando così la vita allo sviluppatore di applicazioni che dovrà concentrarsi solo sul contenuto e non occuparsi della compatibilità dell’hardware;
  • al di sopra di tutto si trova Gaia, l’interfaccia utente che essendo interamente realizzata in HTML5 e JavaScript dà la possibilità di cambiare il look con un proprio tema personalizzato.

Tristan Nitot, portavoce di Mozilla in Europa, ha affermato che il compimento tra nove mesi del progetto Boot to Gecko regalerà al pubblico il primo smartphone con sopra la creatura Mozilla e porterà con sè ciò per cui le persone scelgono Firefox: facilità d’uso, personalizzazione e privacy.

Per la commercializzazione del primo smartphone con OS B2G, che avverrà in Brasile con l’appoggio di Telefònica, bisognerà aspettare fino agli inizi del 2013. Il prezzo sarà altamente competitivo: gli sviluppatori sottolineano infatti che un dispositivo equipaggiato con il loro sistema open source porterà un abbattimento del costo dei device del 10%.

Android e iOS si spartiscono oggi l’80% del mercato: Mozilla punta alla conquista di buona parte del 20% rimanente e noi, sì, glielo auguriamo.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
 
Mozilla alla conquista del mondo dei mobile  

Tag

, , ,

Articoli simili

Autore

Con una laurea del Politecnico in tasca, è un ingegnere che corteggia la parabola della comunicazione; ha il temperamento schietto e limpido della sua scrittura, sul web è conosciuta come Samanthifera, all'alter ego non c'è scampo. L'indole curiosa di tutto è la maestra che le ha insegnato a mettere vita dentro le parole.

 
 

Nessun Commento

Puoi essere il primo a lasciare un commento.

 
 

Lascia un commento