Microsoft acquista Nokia e punta sul mobile

 

Poco meno di quattro miliardi di euro: tanto è costata, a Microsoft, l’acquisizione della divisione servizi e device di Nokia. Tre miliardi e 790 milioni, cui deve essere aggiunto il miliardo e 650 milioni sborsato per la licenza sui brevetti, incluse le mappe. L’acquisizione, per altro, non è stata un fulmine a ciel sereno: poteva essere intuita sin dal mese di febbraio di due anni fa, quando Nokia e Microsoft avevano reso noto di essere riusciti a trovare un accordo di esclusiva per utilizzare sui Lumia la piattaforma Windows Phone (ma l’accordo comprendeva anche investimenti di milioni di dollari in ricerca e marketing da parte di Redmond). E, guarda caso, il ceo di Nokia era da poco diventato Stephen Elop, ex uomo di Microsoft. Insomma, niente di totalmente imprevedibile agli occhi dei più attenti osservatori.

L’accordo definitivo, secondo prime indiscrezioni, dovrebbe arrivare a conclusione entro i primi tre mesi del prossimo anno, quando oltre 30mila dipendenti dell’azienda scandinava passeranno sotto l’insegna di Microsoft. Attenzione, però: attualmente Nokia dispone di oltre 90mila dipendenti, il che vuol dire una perdita di uomini non indifferente. Di certo, rimarranno a lavorare i 18.300 impiegati che si occupano di packaging, assemblaggio e produzione, e tutti i dipendenti finlandesi. Nokia, insomma, perde i device, pur mantenendo il business delle reti in virtù della rilevazione della divisione Here.

Microsoft acquisisce Nokia

Già qualche mese fa, a giugno, il Wall Street Journal aveva anticipato che tra le compagnie era in corso una discussione dagli esiti prevedibili: finora l’affare era stato rimandato a causa di divergenze di opinioni sul prezzo finale. Dopo l’interesse di Lenovo, Microsoft ha impresso un’accelerata alla trattativa, acquisendo quella che, fino all’anno scorso, era l’azienda più performante nel settore dei telefonini. Certo, negli ultimi mesi il sorpasso degli smartphone Android e degli iPhone di Apple ha messo in discussione la leadership finlandese, perlomeno nel mercato di fascia più pregiata, anche a causa della scelta, presa da Elop, di puntare su Windows invece che su Android.
L’obiettivo – evidentemente fallito, almeno per il momento – di Nokia era quello di creare un terzo polo, al fianco degli americani di Apple e dei coreani di Samsung. I dati dicono che nel mondo, oggi, il 14 % dei possessori di smartphone dispone di un prodotto Apple, e addirittura il 32 % dispone di un prodotto Samsung. Nokia raggiunge a fatica una quota del 3 %. Carolina Milanesi di Gartner ha fatto notare come Nokia, benché sia in grado di produrre realtà eccellenti nell’hardware, si trovi in netta difficoltà dal punto di vista del marketing, visto che il suo brand non può contare sulla stessa attrattiva dei concorrenti.

Ora, comunque, con la fusione con Microsoft, si tenterà di puntare su una innovazione rapida ed efficiente, tramite un’integrazione maggiore tra le piattaforme che, secondo quel che riferisce il comunicato ufficiale di Redmond, dovrebbe tradursi in marketing e brand unificati, all’insegna delle sinergie. Ancora Milanesi evidenzia che i tempi erano ormai maturi per tale processo, ma il successo dell’acquisizione non può essere previsto, anche perché molto dipenderà dal tipo di integrazione di Nokia. Certo, il precedente di Motorola non lascia ben sperare.
A trarre vantaggio dall’operazione sarà senza dubbio Microsoft, che potrà sfruttare i rapporti che da lungo tempo Nokia gestisce con gli operatori, senza dimenticare i canali commerciali classici dei personal computer. Ma perché l’operazione possa dirsi completamente riuscita – sempre secondo Milanesi – è indispensabile che Nokia detti la strategia sul mobile.
L’acquisizione di Nokia, per altro, lascia spazio alle suggestive ipotesi degli osservatori più maliziosi, secondo i quali Elop potrebbe succedere a Steve Ballmer, che ha annunciato l’intenzione di lasciare il ruolo di ceo nel giro di un anno. Di certo si trasferiranno molti top manager.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
 
Microsoft acquista Nokia e punta sul mobile  

Tag

, ,

Articoli simili

Autore

La redazione di opinionZine è composta da professionisti, giornalisti e blogger specializzati nei settori di competenza.

 
 

Nessun Commento

Puoi essere il primo a lasciare un commento.

 
 

Lascia un commento