Le macchine fotografiche mirror-less

 

Si chiamano Evil, o mirror-less, e rappresentano la soluzione perfetta per chi ritiene la Reflex troppo ingombrante, ma al tempo stesso non vuole rinunciare alla qualità delle immagini. Si tratta di fotocamere compatte dotate di un sistema di mirino elettronico e lenti intercambiabili, proprio come suggerisce l’acronimo Evil (Electronic Viewfinder Interchangable Lens) e sono state recentemente progettate per conquistare una nuova fascia di mercato.

Macchine fotografiche mirror less

Le macchine Reflex sono ancora oggi i migliori apparecchi fotografici in termini di qualità dell’immagine finale, velocità operativa nello scatto e messa a fuoco, ma l’ingombro e il peso del sistema spesso fanno preferire le macchine digitali, compatte e di piccoli dimensioni tanto da potersi infilare in una tasca. Ma ancora una volta, se si prende in considerazione la qualità dell’immagine, tra i due risultati non c’è paragone.

Ecco allora che le nuove macchine fotografiche Evil risolvono il problema, presentandosi compatte e leggere, ma comunque in grado di garantire una qualità d’immagine simile a quella di una reflex. Per ottenere dimensioni più ridotte, i progettisti hanno pensato di rimuovere lo specchio (macchine mirror-less), e questa operazione ha permesso di guadagnare diversi centimetri in larghezza sul corpo della macchina. Infatti, se nel sistema reflex lo specchio devia i raggi luminosi in ingresso dalla lente su un piano superiore, restituendo la scena così com’è, nelle mirror-less, come nelle macchine compatte, l’immagine si va ad imprimere direttamente sul sensore, che rimanda poi direttamente sul display quello che viene visto.

Il sistema reflex e quello mirror-less hanno, inoltre, un diverso tiraggio, perciò per montare lenti reflex già esistenti su un corpo mirror-less occorre un anello adattatore che distanzia la vecchia lente rispetto al piano del sensore e ripristina il vecchio tiraggio, facendo di nuovo focalizzare la lente.

Olympus EP3 Panasonic GF3 Samsung NX200 Sony Nex-7
Il segmento delle Evil è ancora molto giovane ma diverse aziende si stanno, ormai, specializzando sempre più nella produzione di macchine fotografiche mirror-less, che hanno il pregio di essere simili, per dimensioni, alle digitali compatte e di garantire, al tempo stesso, un risultato professionale in termini di qualità delle immagini. Tra le migliori citiamo l’Olympus EP3, dotata del più veloce autofocus di qualsiasi fotocamera ad obiettivi intercambiabili,  la Panasonic GF3, la più piccola e leggera, con sistema AF avanzato, la nuova Samsung NX200 e la super Evil Sony NEX-7.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
 
Le  macchine fotografiche mirror-less  

Tag

, ,

Articoli simili

Autore

Laureata in Comunicazione Massmediale presso la facoltà di Scienze Linguistiche e Letterature Straniere dell’Università Cattolica di Milano, affascinata dal mondo della comunicazione, e della scrittura, come una delle forme che più incarna questa missione. I saggi a scuola, il diario personale a casa, scrittura creativa all’università e ora il blog. Una realtà dove si scrive per gli altri, dove ciò che conta è chiarezza, semplicità e arrivare al lettore. Ed ecco che qui, allora, la scrittura diventa ancora più dialogo.

 
 

Nessun Commento

Puoi essere il primo a lasciare un commento.

 
 

Lascia un commento