iOS 6 alla prova: le nostre impressioni

 

Sono passati ormai 2 giorni dal rilascio dell’aggiornamento al nuovissimo OS mobile di Apple e si contano già in centinaia di migliaia gli utenti che hanno intasato i server di Cupertino per assicurarsi al più presto “il più avanzato sistema operativo mobile del mondo”. Vi raccontiamo la nostra esperienza con iOS 6.

Innanzitutto è bene ricordare che iOS 6 non è compatibile con tutti i dispositivi Apple. L’aggiornamento è possibile per iPhone  3GS  e successivi (quindi niente iPhone 3G), per iPod touch dalla quarta generazione, per iPad 2 e Nuovo iPad. Ciascun dispositivo sarà in grado di supportare un numero diverso di aggiornamenti, la nostra prova è stata effettuata con un iPhone 4S che ha un grado di compatibilità con questo OS praticamente completa, per cui alcune funzioni potrebbero non essere presenti in device più datati.

Come per ogni aggiornamento di sistema è bene effettuare un salvataggio di backup, in modo da assicurare i propri dati in caso di problemi. iTunes facilita questo piccolo ma importante passaggio con un’opzione da flaggare al momento dell’istallazione del sistema operativo, ma richiede l’aggiornamento alla versione 10.7 per supportare iOS 6. In 20 minuti scarsi abbiamo scaricato l’aggiornamento ed effettuato l’istallazione, tuttavia le tempistiche dipendono molto dalla connessione internet che si utilizza e dal sovraffollamento dei server.

Essendo iOS 6 una major release, al riavvio dell’iPhone ritroviamo alcune schermate per le impostazioni principali che avevamo già completato al momento dell’acquisto del device, e che sono in ogni momento modificabili nel menù delle impostazioni, assieme ai termini e alle condizioni d’uso.

A prima vista non si notano cambiamenti, tuttavia navigando tra le varie app ed impostazioni ci si rende subito conto di quanto il sistema operativo sia migliorato in termini di fluidità e rapidità. La prima cosa che abbiamo voluto provare è stata, ovviamente, Siri, finalmente disponibile in lingua italiana per iPhone 4 e 4S, nuovo iPad e iPod touch di quinta generazione. Abbiamo provato a chiederle informazioni sul meteo e qualche informazione sui film, abbiamo aggiunto un evento in calendario ricevendo risposte rapide e complete. La voce non è delle migliori, un po’ troppo robotica, e la ricerca sul web non ci ha colpito, molto più semplice accedere direttamente a Safari che ora apre le pagine a schermo intero in modalità landscape. Abbiamo chiesto a Siri anche alcune indicazioni stradali per essere rimandati direttamente alla nuova app “mappe” che sostituisce automaticamente Google Maps durante l’aggiornamento. Le nuove mappe proprietarie di Apple sono estremamente fluide e dettagliate, rapidissime nel caricamento. Supportano il multitouch per la rotazione e possono essere visualizzate in 3D il che, unito alla possibilità di visualizzare le immagini satellitari ad altissima definizione, permette di avere una panoramica precisa delle strade. Fondamentale la collaborazione con TomTom per la navigazione turn by turn che trasforma il vostro iDevice in un vero e proprio navigatore preciso e dettagliato.

Nuove Mappe 2D Mappe 3D con punti d'interesse recensiti da Yelp Mappe satellitari con Flyover Opzioni nuova app Mappe

Un’altra app andata in pensione è YouTube, che però non viene aggiornata automaticamente come accade per le mappe, ma è necessario il download manuale. La nuova applicazione, sempre firmata Google, riprende fedelmente la grafica e l’usabilità del sito di condivisione video più diffuso al mondo.

Nuova grafica AppStore Nuova app YouTube Nuova app YouTube Grafica rinnovata del tastierino numerico

Se avete scaricato l’app di YouTube direttamente dall’appStore sull’iPhone avrete notato anche il rinnovamento grafico che gli store (appStore e iTunes) hanno subito. Ancora una volta questo restyle migliora l’usabilità e la gestione dei contenuti. Altre modifiche di carattere estetico si possono trovare nell’app meteo, graficamente più accattivante, nel tastierino numerico, e nella barra di stato che ora cambia colore a seconda dell’applicazione aperta in quel momento.  Tra le app storiche segnaliamo anche alcuni piccoli aggiornamenti per la gestione delle mail che comprendono anche la possibilità di inserire rapidamente foto e video in allegato. In generale non abbiamo trovato nessun problema di compatibilità con le vecchie app già presenti sull’iPhone. Gli sviluppatori hanno comunque rassicurato del fatto che, in caso di problemi di compatibilità, verranno rilasciati al più presto aggiornamenti per aumentare la stabilità delle app “problematiche” con il nuovo sistema operativo.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
 
iOS 6 alla prova: le nostre impressioni  

Tag

, , , ,

Articoli simili

Autore

Laureata in Comunicazione, Innovazione e Multimedialità presso l’Università di Pavia, coltiva da sempre la passione per tutto ciò che è creativo: dal disegno alla scrittura. Essere autrice di un blog significa mettere le proprie conoscenze ed esperienze a disposizione degli utenti sperando che possano essere utili così come altri blogger sono stati, e continuano ad esserlo per lei.

 
 

Nessun Commento

Puoi essere il primo a lasciare un commento.

 
 

Lascia un commento