Intel, debutta oggi il primo smartphone Medfield

 

Debutta oggi sul mercato indiano il primo smartphone Android con architettura Intel, che approderà presto anche in altri paesi del mondo. A confermarlo è proprio Paul Otellini, CEO della grande azienda multinazionale produttrice di microprocessori e dispositivi di memoria, che già durante il Consumer Elettronic Show di Las Vegas aveva annunciato che Intel era pronta a lanciarsi nel mondo dei dispositivi mobile.

Si tratta del Lava Xolo X900, equipaggiato di processore single core Intel Atom Z2460, operante alla frequenza di 1.6 GHz, con versione Android Gingerbread, anche se è previsto un prossimo aggiornamento ad Ice Cream Sandwich.

Lava-XOLO-X900

Con schermo tattile ad alta definizione da 4.03 pollici (risoluzione 1024 x 600 pixel), il Lava Xolo X900 è dotato di memoria interna da 16 GB, memoria ram da 1 GB, slot MicroSD espandibile, wi-fi, bluetooth e fotocamera da 8 megapixel ad alta velocità, dotata di Flash LED.

Il primo paese a testare con mano il Lava Xolo X900 è dunque l’India, dove Intel l’ha lanciato a un prezzo di circa 440 dollari; per vedere, invece, i primi device Intel-based in Europa bisognerà attendere l’estate.

Finora i processori di tablet e smartphone Android sono sempre stati ad architettura ARM, motivo per il quale il debutto del primo smartphone con chip Medfield, avvenuto oggi, è stato atteso con tanta curiosità e aspettative.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
 
Intel, debutta oggi il primo smartphone Medfield  

Tag

, ,

Articoli simili

Autore

Laureata in Comunicazione Massmediale presso la facoltà di Scienze Linguistiche e Letterature Straniere dell’Università Cattolica di Milano, affascinata dal mondo della comunicazione, e della scrittura, come una delle forme che più incarna questa missione. I saggi a scuola, il diario personale a casa, scrittura creativa all’università e ora il blog. Una realtà dove si scrive per gli altri, dove ciò che conta è chiarezza, semplicità e arrivare al lettore. Ed ecco che qui, allora, la scrittura diventa ancora più dialogo.

 
 

Nessun Commento

Puoi essere il primo a lasciare un commento.

 
 

Lascia un commento