Home » Telefonia »

HTC First: il primo telefono con Facebook home

 

È stato annunciato dall’amministratore delegato della HTC, Peter Chou, un nuovissimo smartphone di alta fascia, il primo, però, che avrà il nuovissimo launcher di Facebook Home già installato sull’apparecchio, pronto all’utilizzo dalla prima accensione.
Il nome dello smartphone è First e la novità deriva proprio dalla collaborazione tra Zuckerberg e HTC: l’amministratore delegato spiega che il social network ha creato un’esperienza totalmente nuova e rivoluzionaria e che l’azienda non poteva non cercare una collaborazione.
Il nuovo launcher dell’applicazione del social network sarà completamente integrato con lo smartphone, in particolare riguardo la messagistica che in precedenza aveva sempre creato problemi con più modelli e risultava priva di stile e design, ma adesso la cosa cambia completamente: lo smartphone, se lo consideriamo dal punto di vista della componentistica, non è irresistibile, di media fascia ma l’integrazione con il social network lo rende unico nel suo genere.
Schermo da 4.7 pollici, 720 px la qualità dell’immagine, naturalmente il sistema operativo è Android 4.1, un processore testato, collaudato ed affidabile come il Qualcomm dual core, fotocamera da 5 megapixel, 1 Gb di Ram e ottima connettività, infatti  è stata inserita la nuova linea 4G detta LTE.
Ma è proprio l’ottimizzazione per Facebook a rendere particolare il telefono: infatti la schermata principale sarà molto simile alla Home del social network con tutte le funzione che potete trovare tranquillamente dal vostro computer. Le foto saranno visualizzate a schermo intero sulla schermata principale, le notizie, le condivisioni di link e tutti gli aggiornamenti di stato.
A tutto questo si aggiunge poi la cosiddetta Bubble: ovvero una sorta di bolla esterna all’applicazione che permette di vedere chi è in linea ed aprire l’applicazione Messenger, visualizzare la griglia Android e passare da una applicazione all’altra.

Mentre si usa First HTC ,se nel frattempo ricevete un messaggio, Bubble permette anche di visualizzare, una bolla con l’immagine del profilo di chi vi ha scritto e cliccandoci sopra potrete passare a visualizzare la conversazione completa oppure potrete mettere in secondo piano la bolla e continuare con le vostre attività.
Fisrt HTC sarà disponibile in quattro colori, rosso, blu, nero e bianco e tutti avranno un piccolo logo Facebook stampato sul retro.

Dopo l’annuncio della nuova applicazione Home e dopo la collaborazione avviata con Htc e Android, le domande si fanno sempre più insistenti in particolare riguardo la privacy e la scelta di questo software.
Zuckerberg non risponde ma riguardo la privacy le argomentazioni sono forti: infatti, nella posizione in cui Home mette Facebook, l’applicazione può tranquillamente ricavare dal telefono informazioni sulla posizione geografica del possessore, sulle applicazione che egli scarica e usa, e, più in generale, su tutte le attività del telefono. Inoltre la stessa applicazione, a quanto pare, pianificherà autonomamente l’invio delle notifiche in un ordine particolare. A queste accuse risponde però l’amministratore delegato di Htc dicendo che tutte le informazioni che saranno passate a Facebook saranno in forma strettamente anonima.
In merito alla scelta di Android, il CEO di Facebook ha sottolineato che la natura maggiormente aperta di Android ha consentito la realizzazione di Facebook Home, offrendo al contempo una grande opportunità a tutti gli sviluppatori per fari passi avanti, consentendo loro di fare progressi nell’esperienza d’uso dei dispositivi mobili, cosa che risulta molto difficile su iOS.

Lo smartphone sarà venduto, almeno per ora, solo negli Stati Uniti in collaborazione con l’azienda telefonica AT&T, il prezzo sarà di 99 dollari, in Europa sarà disponibile con le aziende EE e Orange, niente, almeno per ora, sia sul prezzo europeo che sull’uscita nel nostro paese.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
 
HTC First: il primo telefono con Facebook home  

Tag

, ,

Articoli simili

Autore

La redazione di opinionZine è composta da professionisti, giornalisti e blogger specializzati nei settori di competenza.

 
 

1 Commento

  1. paolo scrive:

    Ottimo articolo, ne farò un punto di riferimento, chissà che quanto letto non possa aiutare anche me.

 
 

Lascia un commento