Facebook e Yahoo: pace fatta sui brevetti

 

Scoppia la pace tra Facebook e Yahoo. I due colossi rinunciano alla battaglia campale all’ultimo sangue e preferiscono collaborare per una equa spartizione della posta in palio: la pubblicità online.

Si tratta, infatti, di “un accordo definitivo per lanciare una partnership sul fronte della pubblicità e per porre fine a tutti i ricorsi pendenti tra le due società in materia di brevetti” – si legge nel comunicato congiunto – “le parti hanno intenzione di cooperare per promuovere e distribuire meglio i contenuti sulle due piattaforme”. Ma a trarne vantaggio, si spera, più che le due aziende (che comunque risparmieranno una lunga e costosa diatriba in tribunale), possano essere le loro centinaia di milioni di utenti. Il primo riscontro positivo, comunque, è avvenuto da subito in borsa: Facebook ha guadagnato un rialzo dello 0,3% arrivando così a quota 31,83 dollari, mentre Yahoo con un +0,6% è salito a 15,87 dollari per azione.

La guerra era diventata “calda” nel marzo scorso, quando Yahoo accusò Facebook di utilizzare, senza pagarne i diritti, una serie di proprietà intellettuali a loro appartenenti. Poi, lo scandalo del curriculum truccato che aveva portato alla sostituzione di Scott Thompson come CEO nel mese di maggio, ha aperto ufficialmente il toto-nome sul suo successore: Ross Levinsohn (attuare CEO ad interim) e Jason Kilar si sfideranno nelle prossime ore per la poltrona.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
 
Facebook e Yahoo: pace fatta sui brevetti  

Tag

, ,

Articoli simili

Autore

Napoletano adottato dalla Catalogna, laureato in Lingue Straniere presso L'Orientale di Napoli e giornalista pubblicista. Crede nel Web 2.0 e nella compatibilità di penna e taccuino con Twitter e SEO. Per lui informazione dev'essere sinonimo di qualità e non di quantità connessa al mercato.

 
 

Nessun Commento

Puoi essere il primo a lasciare un commento.

 
 

Lascia un commento