Dropbox ha accettato la richiesta di amicizia di Facebook

 

Zuckerberg ha annunciato che Facebook ha raggiunto il miliardo di utenti attivi mensilmente i quali -molto probabilmente- sono gli stessi che a seconda della figura che più ritengono convenga loro fare, affermano di essere sì iscritti a Facebook, ma di non andarci mai.

Tempo fa vi ho parlato di Dropbox, il servizio di cloud storage che permette di archiviare ed inviare file tramite un server e dà agli utenti la possibilità di condividere i documenti caricati online tra tutti i dispositivi in loro possesso senza occupare spazio su supporti fisici di archiviazione, ma utilizzando esclusivamente Internet. È di questi giorni la notizia che gli amministratori di Facebook hanno sottoscritto un accordo con la società di file hosting per integrare all’interno dei gruppi del social network nuove funzionalità di condivisione le quali saranno accessibili cliccando sul pulsante “Aggiungi file” presente nella parte superiore della bacheca.

dropbox-facebook-groups

A quel punto, scegliendo la voce del menu “Dal tuo Dropbox”, potrai accedere alle cartelle che risiedono sul server e condividerle con tutti i membri del gruppo che vedranno il link al file -nome, dimensione e anteprima- e avranno la possibilità di scaricarlo, aggiungere commenti, vedere tutte le modifiche effettuate dal proprietario al file di origine ed esprimere il proprio gradimento tramite “Mi piace”. Soltanto la prima volta verrà chiesto agli utenti il permesso di collegare l’account di Dropbox a Facebook i quali potrà unicamente accedere ai contenuti dello spazio di storage che selezioneranno senza ricevere nessun’altra informazione.

Esistono tool gratuiti che permettono di caricare in modo automatico su Dropbox le foto di cui si è fatto l’upload su Facebook o quelle degli amici in cui si è stati taggati. Vediamone alcuni.

IFTTT è un potente servizio online la cui logica, spiegata dal suo acronimo impronunciabile, sfrutta l’algoritmo “if this then that“, “se questo allora quello”, per consentire all’utente di creare i propri condizionali ipotetici facendo sì che sia internet a svolgere il lavoro per lui. Un esempio può appunto essere quello di far salvare un’immagine su Dropbox se la si carica su Facebook.

Un’altra soluzione è pi.pe., servizio che supporta Facebook, Instagram, Flickr, Picasa, Dropbox, Box, Skydrive e Google Drive che però presenta due pecche: non effettua il trasferimento automaticamente, quindi ogni volta occorre effettuare il transfer a mano dal sito, e le foto da Facebook sono trasferite su Dropbox con dimensione più piccola rispetto all’originale.

A mio avviso, la soluzione migliore è WappWolf Automator, uno strumento che ti permette di creare un automatismo personalizzato scegliendo ogni volta l’automator corretto in base al tipo di operazione che vuoi compiere; ad esempio, se si vuole copiare su Dropbox ogni foto che viene aggiunta ad un determinato album, si dovrà selezionare l’automator Facebook. A differenza di pi.pe., inoltre, esso carica le foto alla dimensione originale.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
 
Dropbox ha accettato la richiesta di amicizia di Facebook  

Tag

, , ,

Articoli simili

Autore

Con una laurea del Politecnico in tasca, è un ingegnere che corteggia la parabola della comunicazione; ha il temperamento schietto e limpido della sua scrittura, sul web è conosciuta come Samanthifera, all'alter ego non c'è scampo. L'indole curiosa di tutto è la maestra che le ha insegnato a mettere vita dentro le parole.

 
 

Nessun Commento

Puoi essere il primo a lasciare un commento.

 
 

Lascia un commento