Bang & Olufsen: nuovo impianto di diffusori audio surround

 

Il nuovo sistema home theatre Bang & Olufsen, il BeoLab 14, è un accattivante compromesso tra qualità del suono e design, di certo molto più gradevole e funzionale di buona parte degli impianti disponibili sul mercato: colori scuri, forme squadrate e soprattutto l’ingombrante subwoofer che non si sa mai dove nascondere.
Il BeoLab è un sistema surround 4.1 che dà il meglio di sé accoppiato a un televisore BeoVision, dotato di un quinto diffusore. Il sistema è però compatibile con tutte le marche di televisore, garantendo una qualità sicuramente superiore a un sistema stereo (2.1). Tue Mantoni, CEO dell’azienda, sostiene che “quello che possiamo fare noi è offrire prodotti che, singolarmente, diano grande soddisfazione [...] e portino a fidarsi del marchio”. Tuttavia, chi ha già un televisore e vuole solo migliorare il suo audio, non deve rinunciare al design e alla qualità audio dell’azienda danese.

Il BeoLab, quindi, non è solo un oggetto tecnologico: è anche un elemento d’arredamento, i suoi componenti sono quattro tweeter circolari, sostenuti da un’asta alta circa 1 m, per due di essi, e 25 cm per gli altri due. Il subwoofer di presenta come un tronco ti cono, che richiede sicuramente un po’ di spazio ma che è gradevole da osservare, quasi fosse una lampada. I colori dominanti sono il bianco e l’alluminio, con cui sono realizzate tutte le finiture esterne. Sono comunque disponibili versioni con i teli di copertura in rosso, blu e grigio.

I tweeter riproducono fedelmente i suoni alti, mentre il subwoofer è dedicato alle frequenze medie e basse ma contiene anche amplificatori separati per gli altri diffusori: in una stanza di medie dimensioni, il risultato si avvicina parecchio a quello che potremmo apprezzare in un cinema, avvolti dal suono e stuzzicati dai bassi. La potenza erogata è pari a 140W per ciascun satellite e 280W per il subwoofer.
Bisogna sottolineare che i tweeter sono diffusori passivi: hanno cioè bisogno di essere collegati al subwoofer per essere alimentati. Mantoni ha dichiarato che, nonostante il mercato proponga alcune buone soluzioni senza fili, la Bang & Olufsen ha preferito affidarsi a un sistema ancora cablato, adesso ancora più affidabile.
Il collegamento tra subwoofer e televisore, invece, utilizza un cavo bilanciato con un connettore Power Link, motivo per cui è necessario un adattatore per chi non possiede un televisore BeoVision. Poco male, se il risultato è un prodotto di qualità, per un totale inferiore ai 3.000 euro. A partire dal 15 maggio sarà disponibile nei negozi Bang & Olufsen e in tutti i punti vendita autorizzati.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
 
Bang & Olufsen: nuovo impianto di diffusori audio surround  

Tag

,

Articoli simili

Autore

La redazione di opinionZine è composta da professionisti, giornalisti e blogger specializzati nei settori di competenza.

 
 

Nessun Commento

Puoi essere il primo a lasciare un commento.

 
 

Lascia un commento