Home » app »

Ascoltare musica su Youtube con Android grazie a Google Play Music

 

Analizzando l’aggiornamento per l’applicazione Google Play Music su Android, si può leggere il futuro. Chiaro, è necessario capirne un po’ di programmazione per decifrare il codice interno, in alternativa si può semplicemente credere alla redazione di Android Police che da un’analisi approfondita dell’APK della nuova versione è sicura che – forse già nel prossimo update – all’interno di Music sarà integrato YouTube, permettendo così la visualizzazione dei video.

Questa è la porzione di codice incriminata, nella quale si può leggere chiaramente, “Trova i video relativi a questo brano”:

<string name=”finding_videos_for_track”>Finding related videos for the track</string>
<string name=”no_videos_for_track”>No videos found for the track.</string>
<string name=”youtube_video_details_hd”>%1$s | %2$,d views | HD</string>
<string name=”youtube_video_details_nonhd”>%1$s | %2$,d views</string>
<string name=”youtube_video_duration_hms”>%1$02d:%2$02d:%3$02d</string>
<string name=”youtube_video_duration_ms”>%1$02d:%2$02d</string>
<string name=”menu_find_video”>Find video</string>

E le stringhe non rivelano solo che l’applicazione integrerà la ricerca dei clip delle singole canzoni, permettendo di visualizzarli sul display di smartphone e tablet, ma sarà anche possibile scegliere tra le diverse versioni disponibili e visualizzare i video in HD, sempre che la risoluzione sia consentita dalla connessione utilizzata.

youtube

A confermare il tutto, segue la stringa <string name=”menu_find_video”>Find video</string>, la quale rivela la presenza di un pulsante “Cerca video” per le ricerche di brani su YouTube, dove sono già presenti centinaia di migliaia di video dei vari brani: la ricerca sarà quindi un’operazione estremamente semplice, eseguibile senza nemmeno dover uscire da Play Music, anzi, il passaggio dall’applicazione alla piattaforma di video sharing avverrà molto velocemente.

Ma l’aggiornamento del software d Big G dedicato alla riproduzione dei brani musicali salvati sui server cloud ha apportato diversi miglioramenti, e se è vero che chiamarli feature forse è improprio perché non di feature si tratta, di certo la qualità e l’efficienza dell’app hanno preso parecchi punti e il godimento del servizio da parte dell’utente sarà tutta un’altra cosa. In primis, dal changelog ufficiale si apprende che con la versione 5.0.1052J ci innervosiremo meno nella ricerca dei brani, che si velocizzerà e sarà più pertinente nei risultati; la rapidità riguarderà anche il download dei contenuti il cui trasferimento sul device impiegherà meno tempo tramite l’opzione “Conserva sul dispositivo”, tenendo ovviamente in considerazione che Google non è un dio e non può agire sulla connessione dei singoli utenti; per ultimo, introducendo nuove impostazioni dedicate alla banda richiesta quando ci si connette a network mobile, permetterà di utilizzare meno traffico dati per lo streaming, il che renderà felici ad ogni controllo del piano dati a fine mese, per chi ci arriva.

 

 

 

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
 
Ascoltare musica su Youtube con Android grazie a Google Play Music  

Tag

, ,

Articoli simili

Autore

Con una laurea del Politecnico in tasca, è un ingegnere che corteggia la parabola della comunicazione; ha il temperamento schietto e limpido della sua scrittura, sul web è conosciuta come Samanthifera, all'alter ego non c'è scampo. L'indole curiosa di tutto è la maestra che le ha insegnato a mettere vita dentro le parole.

 
 

Nessun Commento

Puoi essere il primo a lasciare un commento.

 
 

Lascia un commento