Home » Telefonia »

Apple, Siri imparerà a pronunciare i nomi con iOS 7

 

Siri è l’assistente vocale di Apple che è stato lanciato in Italiano nell’autunno del 2012 in concomitanza con l’approdo di iOS 6. Con l’avvento del suo successore, iOS 7, l’applicazione, come tutto il resto del sistema operativo, è stata stravolta dagli ingegneri Apple. Si sa già che è stata introdotta una funzione anti suicidi: infatti nel caso in cui l’utente mostrasse segni inequivocabili di voler porre fine alla sua vita, Siri proporrà automaticamente di chiamare il centro anti suicidi più vicino.

La notizia del giorno è invece che è stato scoperto da un lettore di 9to5Mac che nell’ultima beta del sistema operativo di Cupertino Siri è stato dotato di una voce maschile e una femminile, a scelta dell’utente, che renderanno molto più realistica e fluida la parlata dell’assistente vocale elettronico, che attualmente è un po’ troppo meccanica e computerizzata. Inoltre si sta tentando di risolvere anche il problema legato alla pronuncia di nomi stranieri o particolari: questa difficoltà di Siri emergeva soprattutto quando si aveva bisogno di cercare un contatto in rubrica o di avere informazioni su un personaggio famoso non conterraneo. Si sta tentando di risolvere il problema con un sistema di autocorrezione e autoapprendimento. Quando sarà pronta la versione finale di iOS 7, Siri sarà in grado di correggere automaticamente gli errori commessi e di diventare sempre più fedele alla lingua parlata.

iOS7 Siri

Dovesse accadere che Siri abbia problemi nella comprensione di una certa parola pronunciata per la prima volta, potrebbe chiedere all’utente di ripeterla più volte per cercare di comprenderla meglio. Nel caso in cui l’assistente vocale non fosse proprio sicuro della correttezza della parola, potrebbe addirittura proporre al possessore del telefono una scelta tra le varie pronunce possibili, per individuare quella corretta e non commettere l’ennesimo errore nel futuro.

C’è anche però la possibilità che Siri sbagli la parola, ma non chieda aiuto all’utente. In questo caso, se voluto e se necessario, lo si potrà segnalare all’assistente vocale, semplicemente pronunciando la frase ‘Hai sbagliato a pronunciare il nome XXX’. A questo punto Siri attiverà in automatico il processo di autocorrezione e coinvolgerà l’utente nella scelta della corretta pronuncia della parola.

Attualmente questa funzionalità non è ancora sbloccata per tutti i dispositivi che hanno accesso al nuovo sistema operativo: molto probabilmente nelle successive beta si vedrà Siri venire aggiornato anche su altri dispositivi. Sono venuti fuori diversi bug durante i test dell’applicazione, ma non sono preoccupanti perché bisogna anche tenere da conto che questa è solo la prima beta del sistema operativo che sbarcherà ufficialmente sui dispositivi solo a fine anno. Siamo infatti quasi certi che tecnici Apple lavoreranno duramente per far sì che l’esperienza d’uso sia lineare, confortevole e migliore delle precedenti.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
 
Apple, Siri imparerà a pronunciare i nomi con iOS 7  

Tag

, , ,

Articoli simili

Autore

La redazione di opinionZine è composta da professionisti, giornalisti e blogger specializzati nei settori di competenza.

 
 

Nessun Commento

Puoi essere il primo a lasciare un commento.

 
 

Lascia un commento