Apple iRadio: musica in streaming

 

La notizia più intrigante del momento riguarda un’altra “i” sul mercato della tecnologia: iRadio!
Secondo indiscrezioni non confermate, ma nemmeno smentite pare che la Apple sia in trattativa con i colossi della musica per riuscire ad ottenere i diritti d’autore per lo streaming online.
Tra la Apple e la Universal Music si vocifera che l’accordo sia praticamente concluso e stesso ottimismo circola intorno alle trattative con la Warner Music, qualche incertezza sembra ancora sussistere con la Sony.
Ma cosa potrebbe rappresentare questa nuova conquista della Apple? Cosa potrebbe comportare per i tanti amanti della musica, anche online? Insomma di cosa si tratterà?
L’entrata in campo della multinazionale californiana porterà una bella rivoluzione negli equilibri attualmente esistenti; uno sconvolgimento che, buttate all’aria le vecchie quote del sistema, ridisegnerà nuove interessanti proporzioni.

Il marchio della Mela potrebbe arrivare ad offrire ai suoi consumatori, fedeli ed acquisiti, la possibilità di ascoltare la radio in streaming personalizzato e lo streming on-demand, due servizi molto apprezzati dagli utenti e finora amministrati principalmente da Pandora e Spotify.

La Apple usufruirà di iTunes per la gestione del servizio, due grandi nomi che andranno ad unirsi a Spotify, Pandora, RDIO, Google Music e Amazon Mp3.
iTunes è un colosso per il numero di utenti registrati ed ha festeggiato di recente 25 miliardi di downloads di brani; un leader del settore che garantisce di poter valutare e sondare gusti e preferenze dei fruitori di musica, siano essi saltuari o assidui consumatori.
Comprendere per adeguarsi ai gusti e alle richieste è il segreto perchè un ‘offerta di servizi abbia successo e di certo la collaborazione con iTunes garantirà alla Apple un’ottima base utenti su cui partire.

Per il momento, come riporta il New York Post, sembra che la Società della Mela avrebbe offerto, in partenza, circa la metà di quanto paghi Pandora per i diritti alle Case discografiche (6 centesimi ogni 100 streaming), ma chiaramente si tratta dei dati parziali di un accordo ancora tutto da definire.

iRadio dovrebbe essere sostenuta in buona parte dalla pubblicità, quindi si ipotizza sia gratuita per gli utilizzatori, questo è quanto si intuisce dalle indiscrezioni che circolano.
Tutte queste novità nel mercato musicale streaming hanno portato ad un incremento, seppure ancora lieve, delle vendite di tracce musicali. È un fenomeno decisamente in crescita e lo dimostra l’aumento di servizi di musica online in generale, con un incremento di ben il 44%, nell’anno appena trascorso.

Apple, una volta raggiunti gli accordi sperati, conta di essere pronta ed attiva con iRadio per la fine dell’anno per poter accompagnare a tutta musica le feste e gli eventi del prossimo inverno, nonchè i momenti di relax degli amanti della musica e affezionati delle radio.

Sarà una novità a cui sicuramente ci abitueremo presto!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
 
Apple iRadio: musica in streaming  

Tag

,

Articoli simili

Autore

La redazione di opinionZine è composta da professionisti, giornalisti e blogger specializzati nei settori di competenza.

 
 

Nessun Commento

Puoi essere il primo a lasciare un commento.

 
 

Lascia un commento